La Scelta

Accompagnare la sposa in occasione della scelta dell’abito non rientra tra i compiti dell’organizzatrice dell’evento ma quando le mie spose me lo chiedono non dico mai di no, lo recepisco sempre come un onore quello di essere spettatrice di questa magia.

La Scelta, non a caso lo scrivo con la S maiuscola, è un momento intimo, magico che scatena spesso delle alchimie e delle emozioni particolari.

Ieri è stata la mia sposa del 23 giugno protagonista di questo indescrivibile pomeriggio, incredibile per tutta una serie di motivi che a breve vi racconterò.

L’entourage di Paola non era molto numeroso: mamma, suocera, sorella e nipote.

Tutte donne pronte alle 18 a varcare la soglia di un famoso atelier nel brindisino.

Siamo state accolte e seguite da una strepitosa assistente, una ragazza dolcissima con una passione evidentissima per il suo lavoro. Ha messo immediatamente a proprio agio tutte, sposa in testa che ha iniziato ad indossare gli abiti che aveva precedentemente selezionato.

Il défilé che ne è seguito è stato uno spettacolo per gli occhi, non credo di essere di parte ma obiettiva al 100% senza ombra di smentita, la mia sposa è tremendamente bella e qualsiasi cosa indossi è un successo.

Il primo, il secondo abito, via il terzo e così via fino al quinto. Il secondo sembra convincerla ma vorrebbe cambiare qualcosa. Penso dentro di me che l’abito giusto deve ancora arrivare. La vedo riflessa nello specchio mentre valuta i pro ed i contro, si scruta con attenzione non le sfugge alcun particolare ed in quel momento le scatto la foto di questo post.

E’ bellissima nella sua indecisione, la fronte corrugata che rivela tutti gli interrogativi che si susseguono nella sua testa.

C’è ancora un abito da provare il sesto: fino a quel momento mamma e suocera lanciano ogni tanto un piccolo commento ma la mamma sembra aspettare qualcosa.

Caterina porta in camerino l’ultimo abito, ci mettono un pò a preparsi ed ecco che Paola mette un piedino fuori dalla tenda sulla passerella. Non fa in tempo a comparire completamente ed il mio sguardo si posa sulla sua mamma, si accende, un sorriso enorme le compare sul volto: “ho i brividi esclama!” e ci mostra i peli del suo avanbraccio in festa.

La mamma ha sempre ragione, Paola sceglierà l’abito numero 6 nel giorno numero 3.

Per gli amanti della numerologia chissà cosa vorrà significare per me che sono, per ovvi motivi, amante del numero 3 ieri è stato semplicemente un giorno perfetto.

Dovrò però dare una chance anche al numero 4 perchè questa mattina un messaggio della mamma della sposa mi ha rimepito il cuore e convinta sempre di più che ho l’onore di fare il lavoro più bello del mondo.